Banner sito jpeg

L'unico movimento del e per il popolo italiano!

Mistica fascista e mistica religiosa.

mistica

Fin dalla sua nascita il PNF aveva stabilito delle linee guida sia per i camerati che per le direttrici ideologiche e etiche per l’azione fascista , e cioè di dare a Cesare ciò che era di Cesare e a Dio ciò che era di Dio, premesso questo poi il Fascismo fu ed è veramente universale anche a livello religioso difatti non ha mai operato ne opera una discriminazione religiosa per questa o quell’altra fazione o una ateizazzione di stato di modello Sovietico ma al contrario rende i cittadini liberi di associarsi a qualsiasi organizzazione religiosa , bene inteso che questa non sia pericolosa per lo Stato o operi contro di esso , ed eccoci al punto dei giorni nostri.
Sono passati molti anni dal Concordato del 1929 che ha stabilito l’azione della Chiesa Cattolica all’interno dello Stato italiano , concordato che ha sanato le divergenze che si erano venute a creare già dal Risorgimento e ebbero il loro culmine il 20 settembre 1870 con la presa di Roma da parte dei bersaglieri di Cadorna , il resto della questione rimaneva in bilico con il pensiero “libera Chiesa in libero Stato”.
Niccolo Giani’ pioniere e artefice della scuola di Mistica Fascista fece del pensiero di una elitè il pensiero di massa , scriveva Giani: « Compito nostro deve essere soltanto quello di coordinare, interpretare ed elaborare il pensiero del Duce. Ecco perché è sorta una Scuola di mistica fascista ed ecco il suo compito: elaborare e precisare i nuovi valori del fascismo che sono nell’opera del Duce. »
(Niccolò Giani in La marcia sul mondo del 9-15 ottobre 1932), ovviamente il Fascismo in quanto “religione” civile come il Nazionalsocialismo in Germania aveva e ha dei riti propri e delle cerimonie proprie che non cozzano o disturbano i riti religiosi dei fascisti e dei credenti , però l’analisi politica deve valutare attentamente che oggi come oggi per esempio la Chiesa Cattolica porta avanti una politica antifascista e questo ben prima della sconfitta nel 1945, oggi i risultati li vediamo ovunque poi magari ci si chiede perchè i camerati si volgono a Tradizioni medio-orientali , asiatiche e guerriere… personalmente chi scrive è un filo-islamico sciita , ma come dissi in passato per noi la questione deve essere chiara e precisa: Laica.
Solo con un laicismo di base e non con uno sprezzante ateismo di stile Sovietico si possono coniugare le varie anime sia dei soldati politici che dell’IDEA propria in un Pathos che fondi pur nelle differenze e nel rispetto reciproco alcune peculiarità proprie , sia del Fascismo che delle Religioni. Cosa che non entra nelle teste di alcune persone anche vicine alla nostra Area politica ma dediti anima e corpo al “Cattolicesimo vs Mondo Intero”, uno spreco di tempo signori e una idea sbagliata dell’azione fascista che deve essere veloce , incisa , superba.
Non sia mai che dobbiamo fare guerre a favore di una fazione o l’altra! A chi piacciono le Crociate contro l’Islam e le lotte tra Ghibellini e Guelfi ha sbagliato Partito, qui si rispettano tutti finchè il rispetto è reciproco inteso che la Fides è un fatto intimo e privato della persona , ognuno si regola come meglio crede l’esseziale è che tale fede non diventi uno ostacolo alla realizzazione dello Stato Fascista del Lavoro ,ricordo volentieri ancora Giani che scriveva: « Liberalismo, democrazia, socialismo e comunismo sono le quattro mistiche oggi dominanti nella società moderna. Il bilancio – lo abbiamo già visto – è per tutte negativo. Il liberalismo porta all’anarchia, la democrazia all’instabilità politica e sociale, alla lotta civile il socialismo, alla vita primitiva il comunismo. Queste quattro mistiche sono pertanto antistoriche. »(Niccolò Giani in La marcia sul mondo del 9-15 ottobre 1932) Giani fu veramente l’esempio del l’Uomo
Nuovo Fascista e difatti mori in azione in Grecia al passo di Mali Scindeli, 14 marzo 1941 M.O.V.M. alla memoria, sotto il suo esempio bisogna andare gettare il cuore oltre l’ostacolo , avanti camerati viva il MFL-PSN!
Matteo Murgia

Continue Reading

Fascismo e Internet

LOBOTIZZATI INTERNET

Da quando è nata la rete di Internet alla fine degli anni 90′ , la nostra vita è cambiata radicalmente , le distanze si sono accorciate e le comunicazioni hanno raggiunto un livello sia per le fonti di informazioni sia per la velocità a un livello mai raggiunto prima , ma ogni avanzamento tecnologico ha il suo rovescio della medaglia , nel nostro caso di fascisti abbiamo pagato doppio il biglietto, vediamo in che senso!
Siamo tutti rintracciabili , tracciabili , schedati non che ci preoccupiamo noi siamo sempre cristallini e per le regole , ma tale fenomeno internettiano ha fatto emergere un problema che se prima era assolutamente marginale e controllato , oggi è totalmente fuori controllo , stò parlando dei fascisti della domenica , i pseudo-fascisti dediti alle carnevalate di Predappio in divisa e fez e poi votano i vari Berlusconi , Fini , Grillo e Lega Nord , il prolificare di social network ha permesso a costoro di moltiplicarsi e riprodursi nelle loro folli e illogiche posizioni politiche che di fascista non hanno nulla, anzi il più della volta sono dannosi poichè ci sono dei celebrolesi che inneggiano al cosidetto “Olocausto” con vignette e frasi dando ai nostri nemici facili argomenti e sostenendo cosi la vulgata sterminazionista , ma se questo discorso possiamo relegarlo agli storici , la questione ci tocca personalmente , sia per la gente non autorizzata
dal Partito ha fregiarsi del simbolo del Partito stesso (possono farlo gli iscritti ovviamente facendo propaganda) e in nome suo dire delle cavolate che non stanno ne in terra ne in cielo, si evidenzia da questi profili un becero razzismo all’amatriciana stile “white power” dagli al nero e al musulmano e allo straniero in genere , siti di satanisti black metal targato SS e amenità simili , e in definitiva con una esaltazione della violenza che è del tutto anti-storica e falsa , diceva S.E. Benito Mussolini “Non bisogna fare della violenza una dottrina o uno sport , bisogna essere violenti ogni volta che la situazione lo richiede” (Manuale delle Guardie Nere) da qui si evidenzia l’enorme danno che taluni personaggi hanno portato e portano alla nostra area politica di riferimento , del marasma ideologico , intellettuale e pratico che hanno portato molte persone ad allontanarsi dall’ideale fascista , la questione cari camerati è seria e grave e grazie
a Dio il nostro decalogo è ben inciso nel sito e nei tesseramenti cosi da arginare il danno fatto da questi cialtroni finti-fascisti destrosi , l’equivoco della Destra è stato deleterio per noi , il MFL-PSN si stà sforzando sempre più nei suoi documenti di fare capire chi siamo , da dove veniamo e dove vogliamo andare , senza contare i nostri nemici di cui c’è ne freghiamo , il “nemico” interno è ben più pericolo e deleterio di qualsiasia anti-fascista prezzolato, quindi la parola d’ordine è una: Tutto deve essere subordinato all’attività di partito con la militanza e l’equilibrio proprio che ci contradistingue da sempre o non saremo durati 22 anni, ogni militante deve divenire il megafono del MFL-PSN e nello stesso tempo vigilare e controllare che nessuno ne infanghi in nome e il programma sui cosidetti sociali network ,Facebook per primo ma ci sono anche Twitter , Ask , etc.
Ricordate camerati possiamo vivere con i nostri valori come abbiamo appreso negli anni , stà a noi portare avanti questi valori ed esseri ricordati come Uomini e come Soldati Politici al servizio del MFL-PSN il più bel Partito italiano e della Patria che ancora ha e avrà bisogno di noi e della Idea che è stata la più originale , importante e mediterranea delle Idee,nata dal migliore genio italiano e romano che il nostro Popolo ha espresso nei secoli e colui che la mise in pratica e di cui noi siamo i degni e unici eredi era veramente l’ultimo dei Cesari.

Murgia Matteo

Continue Reading

Manifesti fascisti spuntano in citta’, L’Anpi: rimozione immediata

Manifesti fascisti spuntano in città, l’Anpi: rimozione immediata

Apparsi in centro i manifesti dalla segreteria nazionale Movimento Fascismo e Libertà e del Partito socialista nazionale. Grifone: “E’ un reato”

manifesti fascismo-2

Manifesti fascisti spuntano in città, L’Anpi: rimozione immediata. L’Anpi protesta contro i manifesti inneggianti il fascismo apparsi in centro a Chieti e firmati dalla segreteria nazionale Movimento Fascismo e Libertà e del Partito socialista nazionale. L’invito è ad aderire al MFL-PSN per realizzare “una grande democrazia corporativa” e ridare vitalità al “putrescente sistema partitocratico italiano” si legge. Tutto regolare, nessuna affissione abusiva poiché i manifesti recano il timbro dell’Ufficio Affissioni. In calce, tutti i recapiti per gli interessati: e-mail, fax, cellulare sia nazionali che della segreteria sud di fascismo e libertà. Questo atto di fede su sfondo giallo non è certo passato inosservato in città dove, tra guizzi agli occhi e sorrisi compiaciuti c’è chi grida all’apologia di reato. “Questi manifesti – a parlare è Aldo Mario Grifone, Presidente dell’Anpi sezione “Alfredo Grifone” – oltre ad apparire in evidente contrasto con le leggi vigenti, che vietano l’apologia del fascismo e la ricostituzione di un partito ispirato a tale funesta ideologia, è oltremodo offensivo della storia della nostra città che ha pagato un pesante tributo di sangue alla Resistenza ed alla Lotta di Liberazione dal Nazi-Fascismo. La vigilanza democratica – continua – non deve abbassare la guardia di fronte ai rigurgiti di chi cerca di approfittare, in un momento di profonda crisi economico-sociale, di rispolverare con anacronismo ed ignoranza un’ideologia sconfitta dalla Storia e definitivamente messa da parte dalla Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza”. Manifesti fascisti spuntano in città, L’Anpi: rimozione immediata „L’Anpi teatina chiede dunque alle autorità competenti di valutare se in questi manifesti è ravvisabile ipotesi di reato e nel frattempo provvedere all’immediata rimozione degli stessi. “Sindaco e amministrazione comunale – continua Grifone – provvedano a svolgere un’azione di controllo sull’operato dell’Agenzia affidataria della gestione delle pubbliche affissioni al fine di appurare se siano state rispettate le previste norme e procedure”. L’invito è anche alle forze politiche e sociali, affinché prendano una netta posizione “contro chi vuole riportare indietro l’orologio della storia in spregio ai valori della Resistenza”.“ Fonte: http://www.chietitoday.it/politica/manifesti-fascisti-anpi-rimozione.html

Continue Reading

COMUNICATO STAMPA

 

cropped-Immaginelogoviva.png

COMUNICATO STAMPA
A LANCIANO TORNA LA FESTA DELL’UNITA’,TUTTI HANNO PENSATO CHE DI NUOVO SARANNO SPIEGATE AL VENTO LE BANDIERE ROSSE CON TANTO DI FALCE E MARTELLO E DI VEDERE SUL PALCO SFILARE CANTANTI DI NOTORIA FAMA ED INVECE NO. LE BANDIERE CHE SARANNO ISSATE SARANNO QUELLE DEL PD E SUL PALCO SFILERANNO POLITICI PD E RAPPRESENTANTI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE LANCIANESE( TUTTI EX DC). A QUESTO PUNTO CASCA A FAGIOLO LA NOTA ESPRESSIONE DI DI PIETRO” CHE CI AZZECCA” IL PD CON LA FESTA DELL’UNITA’? ASSOLUTAMENTE NIENTE!! IL PARTITO DEMOCRATICO LANCIANESE HA CREDUTO BENE DI APPROPRIARSENE PER FARE CAMPAGNA ELETTORALE PER LE PROSSIME ELEZIONI PROVINCIALI A FAVORE DEL DOTTOR PUPILLO A SPESE DEI CONTRIBUENTI LANCIANESI. ELEZIONI PROVINCIALI? MA LE PROVINCE NON ERANO STATE ABOLITE? SI SIGNORI LE PROVINCE SONO STATE ABOLITE MA RIMANGONO IN VIGORE LE POLTRONE. MA LA DOMANDA DA 1000 PUNTI E':
COSA C’E’ DA FESTEGGIARE ?
FORSE I SUICIDI DI GENTE DISPERATA CHE VEDE FALLIRE LE PROPRIE AZIENDE, CHE PERDE IL LAVORO E NON RIESCE PIU’ NEANCHE A SFAMARE LA FAMIGLIA? COSA FESTEGGIAMO LE CENTINAIA DI OPERAI IN CASSA INTEGRAZIONE? FESTEGGIAMO UNA CITTA’ CON STRADE COMUNALI E PROVINCIALI MASSACRATE DA BUCHE,O FORSE SARA’ MEGLIO PARLARE DI CRATERI, RICOPERTE DI ERBACCE E SPAZZATURA? FESTEGGIAMO IL MASSACRO DI CORSO TRENTO E TRIESTE RIDOTTO AD UN CIMITERO DOVE L’UNICA COSA CHE CIRCOLA E’ IL LEZZO DELLE FOGNE? MA TRANQUILLI MIEI CONCITTADINI, ORA CHE SI AVVICINANO LE ELEZIONI PROVINCIALI IL NOSTRO SINDACO ABBASSERA’ LE TASSE, INFATTI LE CASSE COMUNALI SONO TALMENTE PIENI DI DENARI CHE NON HANNO PIU’ BISOGNO DEI SOLDI DEI CONTRIBUENTI, IL BILANCIO E’ POSITIVO E LO CREDO BENE! VISTO CHE IN TRE ANNI NON HANNO SPESO IL BECCO DI UN QUATTRINO NEANCHE PER SEMPLICI MANUTENSIONI, PROGETTI A CENTINAIA MA FATTI ZERO ASSOLUTO. SONO TRE ANNI CHE I LANCIANESI SENTONO RISPONDERE DAI “DON ABBONDIO” COMUNALI”QUESTE MANUTENZIONI NON S’HANNO DA FARE” NON CI SONO SOLDI! COME NON POTREBBERO ESSERE PIENE LE CASSE COMUNALI SE L’AMMINISTRAZIONE ATTUALE HA TAGLIATO TUTTE LE SPESE LINEARI? MA I SOLDI MAGICAMENTE ESCONO FUORI DAL CILINDRO QUANDO SI CAMBIA NOME A PIAZZE STORICHE, QUANDO BISOGNA SOVVENZIONARE LE CAMPAGNE ELETTORALI,PAGARE IL CONTO DI HOTEL E RISTORANTI CHE DOVRANNO OSPITARE I POLITICI DI TURNO MA SOPRATTUTTO SE BISOGNA FESTEGGIARE IL MASSACRO DELLA PIU’ BELLA NAZIONE DEL MONDO:L’ITALIA.
DA PERSONA DI PROVATA FEDE FASCISTA COME SONO MI VIENE SOLO DA DIRE:” COMPAGNI RIAPPROPRIATEVI DELLA VOSTRA FESTA !” ANCHE SE LA MIA IDEA E’ OPPOSTA ALLA VOSTRA E’ MEGLIO COMBATTERE UN NEMICO CHE DIFENDE IL PROPRIO IDEALE,SBAGLIATO O GIUSTO CHE SIA, MA CHE LOTTA PER CIO’ IN CUI CREDE, CHE UN BRANCO DI VOLTAGABANA SENZA ONORE E DIGNITA’. VIVA L’ITALIA
Katia De Ritis
Vice Segr. Naz. per il Sud Italia MFL-PSN

Continue Reading

ADERISCI AL MOVIMENTO FASCISMO E LIBERTA’ – PARTITO SOCIALISTA NAZIONALE.

“Tutti si dichiarano Fascisti: ma quanti lo sono veramente?

Possiamo dire, in tutta sincerità , che solo ben pochi, consapevolmente o meno, siano Fascisti, bensì post Fascisti. Di destra, di estrema destra, o d’area. Sicuramente in buona fede, ma non Fascisti.

Il punto, pero’, e’ un altro: ritornare alle origini e riprendere il discorso che fu fatto già  allora, pur con le dovute differenze rispetto all’oggi, per la giusta applicazione al sistema statale e socio-economico attuale.

Ritrovare in noi l’orgoglio di essere e di condividere l’ideale politico Fascista. Questo dobbiamo fare!”

 

Continue Reading